Masselli Autobloccanti

Durabilità, economicità, possibilità di realizzare soluzioni progettuali personalizzate e eco-compatibilità, legata all’utilizzo di una materia prima del tutto naturale, rendono i MASSELLI AUTOBLOCCANTI una valida alternativa a pietra naturale e bitume per la pavimentazione di aree esterne. Per le loro caratteristiche intrinseche, i masselli autobloccanti trovano applicazione in contesti anche molto diversi, adattandosi a differenti esigenze d’intervento nelle pavimentazioni esterne, conservando economicità e prestazioni, fatta salva la necessità di porre attenzione sia alla progettazione sia alle operazioni di posa.

Manutenzione per pavimenti autobloccanti

Come tutte le pavimentazioni da esterni anche quelle in elementi autobloccanti, sono soggette all’azione del tempo, quindi alla formazione di vegetazione, di efflorescenze, e al degrado dovuto agli agenti atmosferici. Anche per questa tipologia di pavimento esistono delle tecniche che ne consentono la manutenzione nel tempo, prima tra tutte la pulizia. Qualsiasi tipo di pulizia prevede un trattamento preventivo, che consta di un vero e proprio lavaggio, che è necessario per eliminare qualsiasi residuo di sporco, sia esso di natura inorganica come il salnitro, lo smog e le polveri, o di natura organica come l’unto, l’olio, il grasso, le muffe, il muschio e i micro-organismi in genere.

Bisogna sapere che durante i primi 2 o 3 mesi successivi alla posa in opera dei pavimenti autobloccanti, poiché la sabbia di intasamento dei giunti è in fase di stabilizzazione, la pavimentazione dovrebbe essere spazzata soltanto a mano. Solo dopo che i giunti si sono stabilizzati è possibile utilizzare anche metodi di pulizia più energici, ad esempio con getti d’acqua o scope meccaniche.

Sui pavimenti autobloccanti, si può anche creare il cosiddetto effetto bagnato, questo si esegue a pavimento perfettamente asciutto, e su di esso si dovrà applicare uno strato di una sostanza idro-oleorepellente lungo un verso, e lo strato successivo dovrà essere applicato nel senso inverso così da creare una sorta di griglia, che evita la penetrazione di qualsiasi sostanza liquida.

Questo tipo di trattamento, oltre ad evitare che il pavimento assorba acqua in profondità, impedisce la penetrazione di macchie d’olio e sporco di varia natura. Ha anche funzione di consolidante di superficie e di donare un effetto bagnato.

Caratteristiche ed utilizzo dei pavimenti autobloccanti

Una pavimentazione in masselli autobloccanti è indicata per ogni tipologia di ambiente, ai quali si desidera far acquisire un aspetto rustico o dal sapore antico. È una modalità presente ormai da decenni in Italia per volgere verso un’ecosostenibilità migliore rispetto alle altre pavimentazioni, come il calcestruzzo armato o l’asfalto. Sono molto usati per gli esterni, grazie alle loro caratteristiche di resistenza agli agenti atmosferici, all’usura ed al peso di veicoli pesanti.

Tra le varie tipologie di pavimentazioni da esterno, le pavimentazioni in autobloccanti rappresentano sicuramente la scelta che può adattarsi a qualunque contesto di utilizzo, che si tratti del cortile di una villa antica, di una piazza in un centro urbano ovvero del piazzale di un capannone industriale. Le ampissime possibilità di personalizzazione dei colori, delle forme, degli spessori, delle finiture superficiali e il modo in cui tutte queste varianti possono intrecciarsi, consentono l’adattamento a qualunque contesto d’impiego ed a qualunque budget. Esistono differenti modelli e tipologie di mattoni autobloccanti, adattabili a tutti i gusti ed esigenze. Nonostante i masselli autobloccanti più comuni siano quelli in calcestruzzo, è possibile rintracciare anche mattoni di altri materiali, come ad esempio in argilla, in cotto e in pietra naturale.

Tutti i migliori materiali certificati e i marchi più prestigiosi di prodotti per la pavimentazione industriale, la  pavimentazione di esterni e autobloccanti si possono trovare presso il magazzino di Martinelli s.n.c. a Somma Lombardo.

Vantaggi dei pavimenti autobloccanti

  • Tra i vantaggi della pavimentazione in autobloccanti abbiamo, prima di tutto, la sicurezza che la sua l’installazione sarà definitiva perché è estremamente resistente. Si mantiene calda durante la stagione invernale e fresca nel corso di quella estiva.
  • La durabilità, l’economicità, la possibilità di realizzare soluzioni progettuali personalizzate ed eco-compatibili, visto che la materia prima utilizzata è del tutto naturale, sono altri vantaggi di questo tipo di pavimento.
  • Sostenibilità ambientale: In quest’epoca di cambiamenti climatici, con grandi quantità di pioggia che si scaricano in breve tempo su un territorio che non è più in grado di assorbire e far defluire l’acqua, è necessario ripensare i materiali con i quali si lastricano strade, cortili, piazzali. L’acqua filtrata dal massello in calcestruzzo non risulta inquinata perché non contiene tutti gli inquinanti ceduti dall’asfalto.
  • I mattoni autobloccanti sono prodotti molto durevoli e permeabili al verde, ovvero, consentono all’erba di crescere ai bordi, persino del 57% in più rispetto alle normali pavimentazioni grigliate per esterno.